Balsami

 

Prende il nome dalle sostanze odorose ed emollienti usate nella concia.

 

È uno dei più antichi casali, posto sulle prime balze del monte Garofano e Vellizzano. A sud era delimitato dal fiume delle bocche e a nord dal vallone del condotto o della Forna. Era attraversato dal vallone scuro.

 

In località santa caterina partiva la via che giungeva alla Scorza lungo la quale erano dislocate le abitazioni, dette “corti” che imitavano la tipologia abitativa delle più antiche “cortine”. Confinava col casale Fiume (poi Toppolo) e Forna ad ovest, e col Sorbo a nord.

 

Nell’alto medioevo fu occupato da una parte del fondo costantini che si estendeva anche al Sorbo. Nel XVI secolo fu abitato dalle famiglie Fasano, Rubino, Ciccarello, Parrella, Pandolfelli, Tura. Il casale si identificava con la famiglia Fasano che era la più rappresentativa e che praticamente vi rimase sempre.

 

Ha conservato la sua identità lungo i secoli.

 

In questo casale si trovano tutte le località dei monti: chiamerano, la scorza, lappazzeta, lo molinello (peschiera del mulino), postella della oliva, vallone delle bocche, degli insertielli, delle grottole, la lappazzeta. Significative furono le località lo cioppolo o lo tuoppolo, nome che poi si estese al casale Fiume e campi, in cui c’erano le concerie.

 

Il centro religioso fu dedicato a Santa Maria del ponte, Ascensione, S. Antonio.

 

 

 

 

Altre località solofrane

 

Home

 

Scrivi