De li Burrelli

Via Vecchia-Piedi S. Angelo

 

Col nome de li Burrelli si indicò anticamente un insediamento che, partendo dal casale Fiume, si estendeva lungo la sponda destra del Fiume, lungo la via Vecchia e alle spalle della chiesa di San Rocco e di S. Angelo, comprendeva tutta la zona intorno a questa chiesa, fino al ponte sul fiume. Era diviso in Burrelli soprani e sottani. Aveva al suo centro la Collegiata e la chiesa di Santa Maria delle Grazie.

Nella parte alta c’erano varie corti (indicate con i nomi delle famiglie che le abitavano: casa Petrone o casa Garzilli) e c’erano soprattutto diverse concerie, mentre la parte bassa aveva fondi con abitazioni plurifamiliari.

 

Con la costruzione della Collegiata nel casale si distinse la località Piedi S. Angelo che indicò tutta la zona ai piedi della chiesa e soprattutto dette il nome alla strada che la percorreva. Questa zona subì un’evoluzione urbanistica in seguito agli innesti seguiti alla peste tanto che a metà Settecento S. Angelo divenne un casale unito alla Strada vecchia.

Il primo accolse un artigianato minore legato alla pelle, con magazzini per la raccolta del prodotto conciato, il secondo ebbe un’impronta più artigianale e mercantile dove le botteghe di conceria diventavano edifici strutturati in modo più complesso.

 

Oggi la Via Vecchia, detta anche via della Fortuna, conserva il suo antico nome, ma ha nuovi palazzi e le corti della parte interna sono scomparse. Pie’ S. Angelo si chiama Via Regina Margherita. Lungo il fiume le concerie, dislocate nella nuova zona industriale, stanno lasciando il posto ad abitazioni civili. Tra le due strade è stato ristrutturato il centro storico cinquecentesco col Palazzo Ducale e la Collegiata.

 

 

 

 

 

 

 

 

Altre località solofrane

 

Home

 

Scrivi