Centro storico

 

Ampia zona che accoglie i monumenti più importanti che sono rimasti dopo la ricostruzione che non ha salvato altre zone storiche danneggiate dal terremoto del 1980

 

 

Un ampio spazio costituito da due piazze unite da una strada

 

 

 

 

Due immagini della Collegiata

Il monumento più importante

 

 

 

 

Il palazzo ducale Orsini

si affaccia sulla piazza

 

Tra il palazzo ducale e la Collegiata, si apre piazza Orsini  (dovrebbe essere questo il nuovo nome di questa piazza che comprende anche piazza S. Rocco) su cui si affaccia il palazzo omonimo (ora sede comunale).

Sul suo lato orientale c'è il massiccio palazzo Zurlo ai lati del quale l’ampia via Gregorio Ronca (ex via Nuova) e l’antica via della Fortuna (ex via Vecchia) portano al centro di piazza Umberto I (l’antica “platea”).

Sul lato meridionale c’è la chiesa di S. Rocco, accanto alla quale si apre la piazzetta omonima delimitata a destra dal prospetto laterale della Collegiata e dalla mole quadrata del suo campanile.

Tra le due piazze sorge un obelisco costituito da una colonna monolitica posta su un piedistallo e chiamato “Calvanico” (antica stele alla quale si mettevano alla gogna i debitori).

 

 

 

 

Il lato ovest del palazzo Orsini su piazza San Michele

 

 

 

 

 

Piazza San Michele con la fontana dei Leoni

 

 

 

 

 

 

La chiesa di Santa Maria delle Grazie accanto alla Collegiata e all’inizio di via Regina Margherita

 

 

 

 

Un angolo di piazza San Michele col palazzo D’Ambrosio

 

 

Piazza S. Michele è una bella piazza ampia con sul lato orientale il palazzo ducale dei Principi Orsini e sul lato meridionale la Collegiata di S. Michele Arcangelo.

Al centro si erge l’armoniosa fontana dei Leoni. Accanto alla Collegiata, a destra di chi guarda, sorge la chiesa di S. Chiara, a cui è annessa la poderosa costruzione del monastero omonimo che scende lungo via Regina Margherita.

 

 

Dalla Storia

 

 

 

Uno scorcio del complesso Collegiata-Palazzo ducale all’inizio del Novecento

 

 

 

 

Piazza San Michele quando al suo centro c’era una fontana più piccola

e il viale ne occupava una parte

 

 

 

Leggi la storia del centro storico

 

 

 

 

Torna a luoghi solofrani

 

Home

 

Scrivi