Il Rialvo

 

 

Il nome viene da rivus albo, ruscello bianco per lo spumeggiare delle sue acque

 

Per contrazione si è avuto rialvo e lialbo

 

Nei documenti solofrani è nominato in modi diversi:

lialbo, vallone rio albo, lo pastino a lo liarvo seu traverse, olivetello a lo vallone de lo rialvo, lo cioppolo a lo vallone de lo rialvo, a lo lialbo seu selva di San Giovanni, lialvo o calcara, marduni a lo rialvo.

 

È uno dei corsi d’acqua delle Serre solofrane. Nasce tra Serrapiana e il Postellone riceve molti valloni e fravolari: Vallone Pietra della Madonna con i fravolari Tre valloni, Milo e Caprio, il rio Trabucco, il vallone delle fratte, i valloni cerrone, spino, di mezzo, luongo, delli luccioli. Attraversa le località laurielli, chiajo, pastino e passatoia dove è attraversato dal ponte e dalla strada, costeggia la costa della Madonna del Soccorso, giunge al Toppolo dove si getta nella Solofrana.

 

 

 

Antica foto del ponte sul rialvo. Ora vi passa un tratto della panoramica.

Siamo in località passatoia, un antico luogo di passaggio dove sono stati rinvenuti resti di capanni primitivi.

 

 

Accoglieva lungo le sue sponde nella parte bassa terreni arborati vitati detti marduni e olivetello, botteghe di concerie e una calcara per la produzione della calce.

 

 

 

 

Home

 

Altri luoghi solofrani

 

Scrivi