I valloni

 

 

 

I monti di Solofra sono solcati da molti valloni che ne segnano profondamente i fianchi

 

 

 

In questa foto del 1930, la neve mette in risalto come le acque hanno scavato i monti e formato la pianura alluvionale.

Notare il fondovalle solofrano occupato da terreni dati a coltura.

 

 

 

Il vallone scuro delimita il monte Garofano dividendolo dal Vellizzano

 

 

Il vallone delle bocche con le sorgenti della Solofrana.

 

 

 

 

Due scorci dello stesso vallone

 

.

 

 

 

L’invaso del Rialvo, il corso d’acqua più importante dopo quello delle Bocche

 

 

 

Vallone della Fratta.

Scende dal Vellizzano e prende vari nomi dai luoghi che attraversa.

Costeggia la collina del castello, divide il Toro dalla Fratta.

 

.

 

Due invasi in secca, detti fravolari

 

 

 

 

 

 

 

Quando i valloni diventano pericolosi

 

 

 

Due invasi ostruiti da materiale di risulta che formano un pericoloso tappo

 

 

 

 

 

L’invaso della Solofrana più a valle.

Il corso d’acqua, detto una volta Fiume delle Bocche, accoglie a valle tutte le acque della conca.

Ebbe, nell’alto Medioevo, l’importante funzione difendere, con i suoi straripamenti, l’insediamento solofrano dai pericoli della pianura.

 

 

 

 

 

Le foto sono della Sezione solofrana di Legambiente.

 

Casali ed altri luoghi

 

Home

 

Scrivi