La Collegiata di S. Michele Arcangelo

 

 

Un prezioso Tempio ricco di opere d’arte

 

L’altare maggiore e la tela del Lama. Il cassettonato della navata centrale, opera di Tommaso Guarini. Le porte, l’organo e il pulpito, opere del napoletano Antonio Sclavo.

 

Il battiloro, un’arte che ha impreziosito la Collegiata.

 

Il transetto, un prezioso scrigno che accoglie le maggiori opere di Francesco Guarini

 

 

 

Gli esterni

 

 

 

Le porte, l’organo e il pulpito opera della bottega napoletana

di Antonio Sclavo

 

I lavori in oro sono della bottega di Troiano Vigilante

indoratore solofrano

*

La storia dell’organo della Collegiata

 

 

Un’opera sostenuta interamente dalla comunitŕ solofrana

I  simboli dell’Universitas nella Collegiata

 

La costruzione del campanile

 

 

 

La storia

 

Prima della sua costruzione c’era la Chiesa dell’Angelo che era stata

la pieve di S. Angelo e S. Maria.

 

Il significato del magnifico tempio sanmicheliano

 

Alle origini della Collegiata. L’istituzione del Capitolo canonicale

Vicende del Capitolo Collegiale

 

Vita nella Collegiata: i Mansionari

 

 

 

 

La Collegiata nel post terremoto

Aperta al culto nel 1985

 

 

Il documento che descrive la pieve di S. Angelo e Santa Maria

 

La storia degli errori sulla chiesa dell’Angelo

Perchč nell’XI secolo la chiesa aveva una doppia titolazione

 

 

 

Il culto a San Michele Arcangelo

 

 

 

La Cappella di San Basilio

 

 Un ente ecclesiastico importante per l’economia solofrana

 

Approfondimenti

Altre chiese solofrane

 

 

 

 

 

Home

 

Scrivi